Martedì 8 novembre la Luna offrirà uno spettacolo mozzafiato che non vedremo più fino al 2025: un’eclissi lunare totale farà assumere al nostro satellite un’inquietante tonalità rosso sangue. Sarà l’ultima eclissi lunare del 2022, e l’ultima eclissi di qualsiasi tipo quest’anno. Inizierà alle 09:02 ora italiana e raggiungerà la totalità alle 11:16 ora italiana, con conclusione del fenomeno alle 14:56. L’evento sarà visibile dal Nord e Centro America, dalle Hawaii, dall’Alaska e da parti del Sud America, Asia, Australia e Nuova Zelanda, secondo la NASA. L’Italia non potrà ammirare lo spettacolo direttamente, ma, saranno diversi i webcast che sarà possibile seguire online: trasmetteranno le immagini da diverse parti del mondo, con il commento di esperti.

La serata di ieri, sabato 5 novembre, è stata illuminata da un grosso bolide. Una luminosissima scia di colore verdastro ha attraversato il cielo in direzione nord-sud poco prima delle 22. Tantissime le segnalazioni da molte zone del Centro-Nord, come Piemonte, Liguria, Lombardia, Toscana e Lazio (Roma inclusa). Lo spettacolo è stato di breve durata, ma sufficiente a lasciare a bocca aperta le migliaia di persone che hanno potuto osservarlo

Almeno una persona è morta e numerose sono disperse dopo che diversi tornado hanno colpito Oklahoma, Texas e Arkansas, danneggiando case e provocando blackout che hanno colpito migliaia di persone. Secondo le stime preliminari del National Weather Service Storm Prediction Center, 9 tornado si sono formati in Texas, 4 in Arkansas e uno in Oklahoma.

martedì 8 novembre
Nord: Cielo nuvoloso in Val Padana e in Liguria con locali pioviggini la sera su Levante ligure, Ovest Lombardia e Ovest Emilia; maggiori schiarite su Alpi ed estremo Nordest. Temperature in diminuzione, massime tra 15 e 20.
Centro: Cielo poco o parzialmente nuvoloso, salvo addensamenti su alta Toscana con isolate pioviggini. Temperature in lieve calo, massime tra 17 e 21.
Sud: Cielo poco o parzialmente nuvoloso con addensamenti sul versante ionico ma senza piogge. Temperature in lieve calo, massime tra 17 e 22

In 144 hanno lasciato Humanity 1, ma 35 sono rimasti a bordo. E anche per 100 fragili dello Geo Barents è iniziato lo sbarco a Catania che si concluderà in queste ore. Ma lo scontro è su chi non può scendere, come prevede il decreto del governo sui flussi migratori. Il livello di tensione è altissimo. Lo dice con fermezza il comandante della Humanity 1, Joachim Ebeling, spiegando che “ci è stato ordinato di lasciare il porto di Catania: “Ma io non posso, dobbiamo trovare una soluzione qui” perché “sarebbe contro le leggi andare via con i sopravvissuti, come mi ha spiegato il mio legale” Durante la notte scorsa è giunta nel porto di Catania la nave Humanity 1 della ong ‘Sos Humanity’, con a bordo 179 naufraghi, scortata da una motovedetta della Guardia costiera. Come previsto dal nuovo decreto, è stata eseguita una ispezione sanitaria per individuare fragili, donne e bambini, i soli ai quali è permesso di sbarcare.
Secondo la ong, al termine dell’ispezione ci sono 35 naufraghi, e non 24 come detto in precedenza, che restano a bordo della nave. Si tratta di uomini adulti, senza problemi medici. Sarebbero quindi sbarcati a Catania 144 dei 179 migranti che erano a bordo della nave.

Il bilancio delle vittime dell’incidente aereo odierno sul lago Vittoria in Tanzania è salito a 19. Lo ha annunciato il primo ministro Kassim Majaliwa, dopo che il volo Precision Air è precipitato in acqua mentre si avvicinava alla città nord-occidentale di Bukoba. “Tutti i tanzaniani sono con voi in lutto per le 19 persone che hanno perso la vita durante questo incidente”

La situazione a Kiev è sotto controllo, e al momento non c’è motivo di considerare un’evacuazione di emergenza della popolazione della capitale ucraina. “Al momento non c’è motivo di parlare di evacuazione”, ha detto Tkachuk. “Il sistema di protezione civile deve essere preparato per varie opzioni, ma questo non significa che ora ci stiamo preparando a lanciare un’evacuazione.

“Rispetto a quanto emerso sulla stampa, relativamente alla rete Telecom” fonti vicine a Vivendi spiegano all’ANSA che, “apprezzando l’equilibrata apertura ad interloquire con tutti gli stakeholders da parte del sottosegretario alla Innovazione, Alessio Butti, confermano la volontà dell’azionista francese di sedersi a un tavolo di confronto con la disponibilità a trovare una soluzione in tempi brevi”.

Una modesta punta di acqua alta ha interessato stamane Venezia, con una massima alle 9.35 che ha toccato 102 centimetri alle bocche di porto della Laguna, 95 cm in città. l Mose non è entrato in funzione, come previsto dal protocollo per per misure sotto il metro. risentire del fenomeno è stata solo Piazza San Marco, che ha il punto più basso a 85 cm sul medio mare, ed è stata quindi allagata per circa 10 centimetri.

Il vento, che spira da ieri sulle Eolie e che, durante la notte, ha toccato anche punte di 40 chilometri orari, ha ingrossato il mare, causando il primo vero isolamento di questa stagione autunnale. Sono isolate da ieri pomeriggio Alicudi, Fillicudi, Panarea, Stromboli, Salina e il borgo di Ginostra. Una nave ed un aliscafo hanno, invece, collegato, stamane, Lipari e Vulcano con Milazzo, potrebbero essere gli unici due mezzi della giornata. Al momento nessun mezzo ha lasciato la Città del Capo in direzione Eolie.

L’abbattimento di circa 200 volatili del parco di Monte Urpinu a Cagliari dopo che alcuni pavoni sono stati trovati morti ed è stata riscontrata la presenza del virus dell’influenza aviaria, ha scatenato le ire degli ambientalisti e numerose proteste anche sui social. La decisione della Asl, infatti, non è piaciuta a molti cittadini abituati negli anni a vedere circolare liberamente anatre, oche a altre volatili all’internoo del grande polmone verde della città capoluogo.

Funzionari di Kiev hanno iniziato a pianificare l’evacuazione dei circa tre milioni di residenti rimasti in città nel caso di un blackout totale nella capitale: lo scrive il New York Times, che cita un alto funzionario del governo locale. “Siamo consapevoli che se la Russia continuerà con questi attacchi, potremmo perdere l’intero sistema elettrico”, ha affermato Roman Tkachuk, direttore della sicurezza del governo municipale, parlando della città.

Hits: 9

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *