Nonostante quanto si legge su alcuni post virali sui social, non c’è nessuna “apocalisse di Internet” all’orizzonte. Le preoccupazioni per una catastrofe del genere hanno iniziato a diffondersi sulle piattaforme social non molto tempo dopo che uno studio del 2021 intitolato “Solar Superstorms: Planning for an Internet Apocalypse” suggeriva che una grande tempesta solare potrebbe danneggiare gravemente i cavi, in particolare quelli sottomarini che connettono continenti, essenziali per la rete internet globale. Lo studio è stato presentato ad una conferenza sulla comunicazione nel 2021, ma deve ancora essere pubblicato su una rivista sottoposta a revisione paritaria. La scorsa settimana, la disinformazione ha dato nuova vita alle preoccupazioni sulla cosiddetta “apocalisse di Internet“, facendo diventare virali affermazioni infondate su un’imminente tempesta solare che scatenerà un’interruzione globale di Internet entro il prossimo decennio e su come la Parker Solar Probe della NASA, che è stata lanciata nel 2018 per studiare da vicino il Sole e il meteo spaziale, può salvare Internet dalla “morte per tempesta solare”. Nonostante una miriade di affermazioni su come il Sole potrebbe uccidere il pianeta, non ci sono previsioni scientifiche su una tempesta solare mortale che si verificherà nel 2025.

Piogge monsoniche in India, a Delhi mai così tanta pioggia a luglio da almeno 40 anni: almeno 15 vittime

Maltempo Brasile, forti piogge in Alagoas: un morto e 16.000 sfollati

Maltempo Giappone, piogge torrenziali e rischio alluvioni nell’ovest: evacuazione per 370mila persone.

Incendi in Sicilia: macchia mediterranea in fiamme nel Palermitano.

Clima, “i numeri dimostrano che l’aumento di CO2 ha impatti positivi, conseguenze disastrose dalla riduzione delle emissioni”

Trenta milioni di atti di pirateria in più rispetto al 2021 (+9%), con un +26% sugli eventi sportivi live; +20% per i programmi tv e + 15% per le serie tv. I film si confermano i contenuti più piratati: costituiscono il 35% degli atti di pirateria audiovisiva online per un totale di circa 120 milioni, un numero comunque in calo del 4% rispetto al 2021. Quattro pirati su cinque sono consapevoli di commettere un reato (81% dei pirati adulti).

Con i ministri di Croazia e Slovenia “abbiamo affrontato la delicatissima questione dell’immigrazione clandestina e la lotta al traffico degli esseri umani, con una visione che può essere solo europea perché non ci sono soluzioni diverse da quella europea, anche per la protezione delle frontiere esterne”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani in conferenza stampa alla Trilaterale dell’Alto Adriatico con i colleghi di Slovenia e Croazia Tanja Fajon e Gordan Grlic Radman. “Abbiamo guardato con attenzione anche a ciò che accade in Africa perché la questione migratoria si risolve se si agisce affrontandone le cause”.
“Io credo che la scelta più giusta sia quella di dar vita a un Consiglio Nato-Ucraina per preparare il terreno ad una futura adesione di Kiev, che dovrà per forza avvenire dopo la guerra”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani a margine della trilaterale Italia-Slovenia-Croazia ad Ancona, parlando del vertice Nato di Vilnius.

Evgeny Prigozhin sarebbe a Mosca e avrebbe incontrato Vladimir Putin. Lo riporta Liberation, citando fonti “dei servizi di informazione occidentali”.
“Almeno da venerdì 1 luglio – scrive il quotidiano francese – Prigozhin sarebbe al Cremlino, dove è stato convocato dai suoi principali comandanti. Avrebbe incontrato Vladimir Putin e sarebbe stato ascoltato dal generale Viktor Zolotov, comandante della guardia nazionale Rosgvardia e fedelissimo del presidente, e da Serghei Naryshkin, capo dei servizi di informazione esterni russi”.

I soccorritori spagnoli stanno cercando nelle acque al largo delle Isole Canarie una barca che trasportava almeno 200 migranti africani scomparsa più di una settimana fa. Il gruppo ‘Walking Borders’ afferma che il peschereccio è salpato da Kafountine, una città costiera nel sud del Senegal che dista circa 1.700 km (1.057 miglia) da Tenerife. Lo stesso gruppo afferma inoltre che a bordo ci sono molti bambini, secondo l’agenzia di stampa spagnola Efe.

Approfittando del momento in calo di Twitter, che proprio mercoledì scorso ha subito un contraccolpo con il lancio di Threads da parte di Meta, fioriscono le app alternative. Dopo Mastodon e Blueskye arriva Spill, creata da ex dipendenti della società di Elon Musk, con una forte componente di apertura alla cultura afroamericana e alla diversità. L’app è stata lanciata a giugno e al momento funziona solo a inviti.
Come spiega il Time, 130.000 utenti si sono iscritti a Spill all’inizio di luglio e lunedì l’app è stata la terza più scaricata sull’Apple App Store.

Oggi sarebbe stato il 45° compleanno di Massimiliano Biagioli mio cognato, fratello, amico, e collaboratore del Conero Radio Team, purtoppo la sua vita è stata stroncata mentre attraversava la strada per entrare in un campeggio a Porto Potenza Picena. Aveva solo 43 anni, nel fiore della vita. Chi l’ha investito, e ucciso, tale Pasquale nato a Catania, ha preso per omicidio stradale solo un anno con la condizionale e ad oggi non si è nemmeno scusato con noi della famiglia. Se questa è giustizia… Auguri Massi ovunque ti trovi, se fossi qui sarebbe stata una grande festa….

Visits: 13

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *